Itinerario di 4 giorni per la Grecia Classica

Itinerario di 4 giorni per la Grecia Classica

Questo itinerario di 4 giorni attraversa le principali località dei dintorni di Atene. Per realizzarlo in piena autonomia, avrete bisogno di prendere a noleggio un'auto e avere voglia di guidare per circa 1.400 km.
 

Per realizzare questo itinerario di quattro giorni nei dintorni di Atene, vi raccomandiamo di prendere a noleggio un'auto con navigatore satellitare, poiché non troverete delle indicazioni stradali troppo chiare.

Bisogna considerare che, in base alla stagione, la maggior parte dei punti d'interesse chiudono alle 15:00 e, perciò, vi consigliamo di seguire scrupolosamente la nostra tabella di marcia.

Dovrete soggiornare una notte in un hotel di Olimpia, un'altra a Delfi e un'ultima a Kalambaka. Per cercare gli hotel a Olimpia, Delfi e Kalambaka potete utilizzare il nostro motore di ricerca:

Primo giorno: Atene – Corinto – Epidauro – Micene – Olimpia

Il primo giorno partiremo da Atene verso le 8:30, per raggiungere il Canale di Corinto più o meno alle 10:00.

Arrivare a Corinto è molto semplice; dovete soltanto prendere il'autostrada A75 n direzione nord e subito troverete lo vincolo per Corinto. Dopo aver percorso 70 chilometri d'autostrada, arriverete al canale. Il punto migliore, dove fermarsi per osservare il panorama, è ben segnalato e coincide con l'uscita per Loutraki.

Dopo aver visitato il Canale, continueremo per la stessa strada, fino a raggiungere l'Antica Corinto (Ancient Corinth), dove potrete visitare i resti archeologici.

Prendendo l'autostrada per Atene, vedrete lo svincolo Epidauro a pochi minuti. In poco più di un'ora raggiungerete l'Antico Teatro di Epidauro (Ancient Theatre of Epidaurus). Questo luogo è uno dei più afascinanti della Grecia ed è lo scenario del Festival d'Estate di Atene.

Visitata la zona archeologica, partiremo per Micene. Per arrivare, dovremo dirigerci verso Nauplia (Nafplio) e imbocare lo strada sulla destra, percorrendola questa strada qualche chilometro. Bisogna seguire le indicazioni stradali per Mykines. Il tempo del tragitto è di circa 90 minuti. A Micene non potrete perdervi l'Acropoli, le tombe reali e la Porta dei Leoni.

Per oggi potremo dare per concluse le visite turistiche e partiremo per raggiungere Olimpia. Malgrado disti soltanto 160 chilometri, il tragitto è di 3 ore.

Per raggiungere Olimpia da Micene, dovrete prendere l'autostrada E65 verso Tripoli e imboccare l'uscita "Ancient Olimpia". È un'autostrada di montagna per nulla comoda, ma molto affascinante. A metà strada potrete fermarvi a Levidi o a Lagkadia, i due paesi di montagna più belli del percorso.

Olimpia c'è ben poco da fare, soprattutto nei mesi di bassa stagione. Potrete approfittare per rilassarvi, cenando e prendendo qualcosa da bere.

Secondo giorno: Olimpia – Delfi

Vi raccomandiamo di svegliarvi presto, soprattutto in inverno, per evitare di guidare di notte, dato che, come avrete già potuto constatare, le strade non sono molto sicure.

Vi consigliamo di partire verso le 12:00. Prima di quest'ora, potete visitare le rovine, dove si trova il primo Stadio Olimpico e il Museo Archeologico di Olimpia. È realmente interessante anche il Museo degli Antichi Giochi Olimpici.

Il tragitto da Olimpia a Delfi è facilmente percorribile; dovrete prendere l'uscita per Pyrgos e l'autostrada in direzione Patras-Atene. Raggiunta Patras e attraversata la città, vedrete il Ponte Herilaos Trikoupis, il ponte sospeso più lungo del mondo. Dopo averlo percorso, prenderete l'autostrada che porta a Nafpaktos, con cui raggiugerete Delfi.

Nel tragitto vi sono due punti in cui vi consigliamo di fermarvi: il Castello di Nafpaktos, da cui si più godere delle migliori viste della costa, e Galaxidi, un'originale località costiera, con una interessante chiesa e un piccolo porto.

A pochi chilometri si trova Delfi, un luogo con molta più vita rispetto a Olimpia. Se arrivate quando è ancora giorno, non lasciatevi scappare l'opportunità di prendere qualcosa de bere in uno dei suoi bar con terrazza panoramica.

Terzo giorno: Delfi – Monastero Osiou Louka – Meteora

Di nuovo vi dovrete svegliare presto, per realizzare tutte le visite dei punti d'interesse di Meteora e conoscere al meglio questa località. Dopo aver visitato le rovine e il Museo Archeologico di Delfi, potrete lasciare la città e dirigervi verso Atene.

La prima fermata, a meno di 10 minuti, è Arachova, un bel paesino di montagna con viste panoramiche ancora più belle di quelle contemplate a Delfi. In inverno è una delle destinazioni più popolari del paese.

Continuando per la stessa strada, a pochi minuti vedrete lo svincolo per il Monastero di Osiou Louka. Questa visita dura più di un'ora, ma merita realmente la pena. Oltre a vedere i fantastici affreschi e mosaici, potrete approfittare per acquistare i prodotti tipici della zona, come l'olio e il miele.

Tornando indietro per la stessa strada, dovrete continuare in direzione Atene/Levadia. Arrivando a Levadia, imboccherete l'uscita per Lamia. Prima di arrivare a Lamia, vedrete vari bar su entrambi i lati della strada e, dato che dovrete guidare per due ore, potrete fermarvi per prendere un caffè e riposare.

Per arrivare a Meteora da Lamia dovrete seguire le indicazioni per Karditsa, per Trikala e alla fine per Kalambaka. Dopo essere arrivati a Kalambaka, potete raggiungere in auto Meteora. L'itinerario per i monasteri è facile da seguire e, senza dubbio, imprescindibile.

Fra località del percorso, Kalambaka è la più grande e quella con più vita. Qui troverete restoranti, negozi e bar, con un orario più ampio rispetto a quello delle attività commerciali di Olimpia e Delfi.

Quarto giorno: Meteora – Atene

Di mattina visiterete i monasteri di Meteora. In base alla stagione e al giorno della settimana, potrete entrare in uno o l'altro. Negli hotel vi informeranno sugli orari d'apertura dei monasteri.

Concluse le visite, potrete iniziare il vostro viaggio di ritorno. Come nel giorno precedente, dovrete dirigervi prima a Lamia, passando per Trikala e Karditsa, per poi prendere l'autostrada E75 verso Atene.

A poca distanza da Lamia si trovano le Termopili, il luogo dove Leonida lottò contro migliaia di persiani con un esercito di soli 300 uomini. Le Termopili sono ben segnalato da indicazioni stradali e nel luogo della battaglia vi è la statua di Leonida.

Continuando per la E75, in un paio d'ore arriverete ad Atene.