Olimpia

Famosa per essere la città dove nacquero i Giochi Olimpici, circa 3.000 anni fa, Olimpia è una tappa obbligatoria attraversando il Poliponneso.

Gli antichi Giochi Olimpici

I primi Giochi Olimpici della storia si celebrarono nel 776 a.C. ad Olimpia, da cui derivano il loro nome. Erano dedicati a Zeus.

I Giochi Olimpici facevano parte di quattro Giochi Panellenici celebrati nell’Antica Grecia. Gli altri tre erano i Giochi Pitici, che si realizzavano a Delfi e dedicati ad Apollo, i Giochi Nemei ad Argo, in onore di Era, e i Giochi Istmici di Corinto per Poseidone.

Come nei giochi attuali, i giochi antichi si celebravano ogni quattro anni, fra giugno e agosto. Il periodo di quattro anni si chiamava “Olimpiade” ed era una delle misure di tempo dell’Antica Grecia.

Si realizzavano corse di cavalli, lotte e lanci del giavellotto o del disco. Nella maggior parte delle gare, gli atleti erano uomini e gareggiavano nudi e, perciò, il pubblico era solo maschile.

Gli antichi Giochi Olimpici furono aboliti dall’imperatore Teodosio nel 393. Nel 1896 si celebrarono i primi Giochi Olimpici moderni nello Stadio Panatenaico di Atene.

Lo Stadio Olimpico continua ad essere il luogo dove si accende la Fiamma Olimpica prima di iniziare i giochi. Non perdendo una vecchia tradizione, ancora oggi si accende la torcia utilizzando la luce del sole.

Cosa vedere ad Olimpia

  • Area Archeologica: Visitare lo stadio originale, dove si realizzavano le gare quasi 3.000 anni fa, è un’esperienza da non perdere! Potrete vedere anche i resti del Tempio di Zeus, lo studio di Fidia, la palestra, dove si esercitavano gli atleti, e molto di più.
  • Museo Archeologico di Olimpia: Questo museo raccoglie i reperti pervenuti nella zona archeologica ed è considerato uno dei migliori della Grecia. I più interessanti sono i resti del Tempio di Zeus.
  • Museo dei Giochi Antichi: Dimenticato da molti, questo museo accoglie oggetti, mosaici e dipinti, che mostrano l’importanza dei giochi nell’Antica Grecia.

Oltre ai centri espositivi menzionati, potete visitare anche il Museo dei Giochi Olimpici moderni, dove si espongono alcune medaglie. Non è, comunque, una visita troppo interessante.

Come raggiungere Olimpia

Olimpia è una città relativamente ben collegata con il resto della Grecia e da Atene si può raggiungere in vari modi:

Auto

Oltre ad essere una forma rapida di arrivare da Atene, prendere un’auto a noleggio è un’opzione economica, se volete visitare in maniera autonoma varie località della Grecia. Potete prendere a noleggio un’auto cliccando qui.

Arrivare ad Olimpia da Atene è molto semplice. Potete seguire uno di questi due percorsi:

  • Corinto-Patras-Pyrgos: Pur avendo una distanza maggiore, il tragitto attraversa tutta l’autostrada ed è il più rapido. La distanza è di circa 350 chilometri e il tragitto ha una durata di tre ore e mezza.
  • Corinto-Tripoli-Arcadia: Imboccando l’autostrada in direzione Tripoli, vedrete la deviazione per Ancient Olympia, alcuni chilometri prima di arrivare a Tripoli. Questo tragitto è di circa 320 chilometri e si percorre in circa cinque ore; l’autostrada non è fra le più comode, ma è abbastanza affascinante. È l’opzione migliore se prima avete visitato Epidauro o Micene.

Autobus

Gli autobus che collegano Atene con Olimpia partono dal Terminal A (Kifissou 100) alle 9:30 e alle 12:30. Il tempo del tragitto è di cinque ore e mezza.

Per non avere limiti d'orari, potete raggiungere Pyrgos in autobus, per poi prendere un altro autobus diretto ad Olimpia; sono autobus che hanno un’ampia frequenza. Conviene acquistare i biglietti di ritorno con anticipo.